Baby vandali in azione: schiamazzi, falò e danni al parco

I baby vandali hanno lasciato il segno nell’area verde e i relativi impianti. Falò, danni e schiamazzi segnalati dai residenti della zona

Area giochi del parco Galassia

Galassia si, ma di inciviltà. Tavoli e panche di legno portati via e piazzati nel mezzo di un campo da basket, fontane senza rubinetto, cesti della spazzatura divelti e resti di falò. Il parco della Galassia, area verde di via Manzoni difronte all’ingresso dell’Inrca è diventato un tempio per gli incivili. 

A creare problemi, raccontano i residenti, sono delle piccole gang di giovanissimi: «Quattro o cinque ragazzi e ragazze che avranno sui 14 o 15 anni» racconta la signora Annamaria che vive in un condominio da cui vede i ragazzi fumare e li sente schiamazzare nelle ore notturne. Accanto alla sede del circolo ricreativo-culturale “La Capannetta” ci sono i resti di un falò: «Fanno anche questo- prosegue Annamaria- di certo noi residenti qui non facciamo barbecue. Per questa zona servirebbero dei controlli notturni da parte di polizia e carabinieri che facciano almeno da deterrente». L’invito a ripulire eventuali rifiuti ben affisso sulla parete della struttura è palesemente rimasto inascoltato. L’erba è falciata e camminando lungo uno stretto sentiero si arriva al piccolo campo da basket in cemento. 

A rubare l’occhio è il grosso tavolo di legno che si trova all’interno dell’area di gioco incastonato tra le ringhiere: «E’ stato preso di forza e spostato qui in mezzo» racconta Vildo, un altro residente che richiama l’attenzione anche su una fontanella danneggiata: «I ragazzi giocavano a basket qui poi andavano a bere, ma da circa due mesi hanno danneggiato il rubinetto e per non far sprecare l’acqua che sgorgava il Comune ha dovuto chiudere la tubatura. Così ora siamo senza acqua». Accanto al parco c’è un cestello per i rifiuti staccato, gettato a terra e marchiato con la sigla “Lol”. I residenti hanno anche segnalato schiamazzi e partite di basket alle 2 di notte, una situazione comunque migliore rispetto ad alcuni mesi fa grazie a un periodo di maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine. Arrampicarsi sulle colline in direzione delle Grazie si entra nel campo da calcio che fino alla scorsa primavera era divorato dalle erbacce. Vegetazione tagliata, ma le altalene che si trovano a poca distanza sono ancora dei ruderi arrugginiti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

  • Tragedia al cantiere, muore un operaio

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Scompare dopo la visita dal dentista, una task force per cercarlo

Torna su
AnconaToday è in caricamento