Acquista dei Rolex con un assegno clonato, denunciato un 56enne

L'uomo ha tentato di pagare gli orologi con un assegno clonato, utilizzando i codici e duplicando la banda magnetica di un altro assegno realmente esistito ma di minor valore. Per lui è scattata la denuncia

Clona un assegno circolare, ed acquista quattro Rolex in una nota gioielleria del capoluogo. E' successo lo scorso martedì e per il 56enne truffatore è scattata la denuncia.

Erano circa le 10 di martedì, quando il titolare dell'esercizio ha ricevuto una telefonata da parte di un uomo. Il sedicente "Umberto", parlando con il commerciante, si è subito mostrato interessato all'acquisto di 4 Rolex, scelti sul web tra i modelli più prestigiosi.

Per garantire il pagamento, l'uomo ha provveduto ad inviare una e-mail con allegata la copia dell'assegno circolare di 16mila euro, che avrebbe utilizzato per acquistare gli orologi al momento della consegna, affermando inoltre che i preziosi sarebbero serviti per acquistare dei regali aziendali di pregio per conto di un noto imprenditore realmente operante nel mondo dell'edilizia campana. Dai primi accertamenti, l'assegno circolare allegato alla mail risultava regolarmente a carico dell'imprenditore ed emesso da una filiale di un noto istituto di credito napoletano. Nel fine settimana, l'uomo come da accordi, ha raggiunto il negozio e, dopo aver visionato attentamente gli orologi, li ha pagati usando l'assegno di 16mila euro.

Ad acquisto avvenuto però, i Poliziotti della Mobile, guidati ad interim dal dirigente Carlo Pinto, lo hanno fermato, scoprendo che l'uomo aveva presentato carta di identità e codice fiscale falsi. Le forze dell'ordine sono risalite alle reali generalità del truffatore, M.G., 56enne di Napoli, già colpito da svariati precedenti di polizia specifici. Durante i controlli incrociati svolti dagli investigatori, si è scoperto che l'assegno utilizzato per l'acquisto dei Rolex, era stato clonato utilizzando i codici e duplicando la banda magnetica, di un altro assegno realmente esistito ma di minor valore, andato in pagamento alcuni mesi fa.

In pratica, nessuno si sarebbe accorto della truffa fino a quando dopo qualche giorno dal versamento del falso assegno, l'istituto di credito napoletano ne avrebbe respinto il pagamento perchè già avvenuto. Il 56enne responsabile della truffa, è stato deferito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona per i reati di truffa aggravata, falsità di documenti ed uso di atto falso. I Rolex sono stati restituiti al legittimo proprietario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Schianto in superstrada, camion invade la corsia di sorpasso e fa ribaltare un'auto

  • Schianto sulla Flaminia, coinvolta un'auto della finanza: feriti e traffico in tilt

Torna su
AnconaToday è in caricamento