Gli spaccano un bicchiere in testa, rissa choc in piazza del Papa: poi spunta un coltello

Alla fine le vittime sono finite in ospedale e si sono riservati di sporgere denuncia, mentre gli investigatori sono al lavoro per acquisire le immagini della videosorveglianza

foto di repertorio

Rissa in piazza del Papa, arriva la polizia e 2 giovani finiscono in ospedale. E’ accaduto sabato sera, dopo le 2 del mattino, proprio nel cuore della movida anconetana. Stando a quanto ricostruito di poliziotti delle squadre Volanti, la piazza si è trasformata in un ring da strada quando un ragazzo, dopo delle occhiatacce, ha spaccato un bicchiere di vetro in faccia ad un altro, dando il via alla violenza tra gruppi. A fronteggiarsi un gruppo di anconetani e alcuni stranieri. I primi, dopo aver festeggiato un compleanno, si sono ritrovati in piazza per un bicchiere. Davanti alla sede della Prefettura, si sono incrociati con l’altro gruppo. 

Prima una spallata, poi uno scambio di occhiate e la violenza. All’improvviso, uno degli stranieri, avrebbe scaraventato in testa dell’anconetano il bicchiere di vetro che teneva in mano. Sono intervenuti gli amici. Uno di questi ha ricevuto calci e pugni da un complice del presunto aggressore. Fino a quando il complice no ha aperto la giacca, mostrando un coltello, come adire che, se la cosa non fosse finita lì, per gli anconetani si sarebbe messa male. Alla fine i due anconetani sono finiti in ospedale e si sono riservati di sporgere denuncia, mentre gli investigatori sono al lavoro per acquisire le immagini della videosorveglianza nella speranza di rintracciare i due aggressori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus si propaga nelle Marche, quasi 100 persone in isolamento in tutte le province

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, altri 2 tamponi positivi: salgono a 3 i casi nelle Marche

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

Torna su
AnconaToday è in caricamento