Rissa choc in piazza del Papa, incastrato dalle telecamere: scoperto l'aggressore

Il 24enne prese a testate e spaccò un bicchiere in faccia ad un ragazzo durante un party di compleanno: a distanza di 50 giorni è stato denunciato dalla polizia

Foto di repertorio

A distanza di 50 giorni è stato individuato e denunciato l’autore dell’aggressione ai danni di due amici che stavano festeggiando un compleanno in piazza del Papa, lo scorso 1° dicembre. Si tratta di un 24enne albanese, riconosciuto grazie alle telecamere e denunciato per lesioni personali aggravate dall’uso di un bicchiere. 

Il parapiglia si scatenò attorno all‘1,30 di notte, davanti ad un pub della piazza. Per motivi banali - una spallata e uno sguardo di troppo - l’albanese aggredì un giovane anconetano che si trovava in compagnia della comitiva di amici per un party di compleanno: prima lo colpì con una testata, poi gli spaccò in testa un bicchiere di vetro, provocandogli diverse ferite medicate al pronto soccorso dell'ospedale di Osimo. Successivamente anche un amico della vittima, intervenuto in sua difesa, fu picchiato dal complice dell’aggressore, prima del fuggi fuggi generale all’arrivo della polizia.

Le indagini condotte dalla Squadra Mobile, guidata dal vice questore Carlo Pinto, hanno permesso di individuare l’aggressore, grazie all’acquisizione delle nitide immagini registrate dalla videosorveglianza di piazza del Papa. Il 24enne albanese, da tempo residente ad Ancona, era probabilmente ubriaco perché barcollava: faceva parte di una comitiva, composta da ragazzi e ragazze, che quella sera si era già fatta notare per comportamenti incivili nei confronti di persone e arredi urbani. A conclusione delle preliminari, il 15 gennaio è stata effettuata una perquisizione nei confronti dell’indagato in cui è stato rinvenuto materiale ritenuto utile al procedimento penale in corso: è stato accompagnato in Questura e gli è stato notificato l’avviso di garanzia. Dovrò rispondere di lesioni personali aggravate dall’uso del bicchiere di vetro, considerata, viste le circostanze, una vera e propria arma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo caso anche nelle Marche: positivo al primo test in attesa di controprova

  • Coronavirus, Marche blindate: firmata l'ordinanza

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Coronavirus, confermato il primo caso nelle Marche: è un 30enne

Torna su
AnconaToday è in caricamento