Aggressione al titolare di kebab: «Parlano male degli stranieri ma qui ognuno fa quel che vuole»

Sta ora alla Polizia indagare per capire che cosa sia successo, anche se al momento non sono arrivate denunce da nessuna delle parti in causa

Foto di repertorio

«Sto qui tutto il giorno poi arriva uno così e mi fa male. La gente parla tanto degli stranieri ma a me pare che in Italia ognuno può fare quello che vuole. Questo non è da paese civile. Nel mio paese uno così veniva preso dalla Polizia e sbattuto in carcere».  Sono le parole del titolare di un kebab in zona centro ad Ancona, esasperato dopo che ieri sera, intorno alle 22, un anconetano di 19 anni sotto effetto di alcool, è entrato, ha preso una birra, si è lamentato che non fosse buona e l’ha poi scagliata contro il titolare. Ne sarebbe nato un diverbio dove, stando alla versione del commerciante di origini tunisine, il 19enne gli avrebbe tirato una testata prima di fuggire. 

Il giovane è stato poi rintracciato dalla Polizia sulle panchine del viale della Vittoria all’altezza di piazza Diaz, dove sono poi intervenuti gli operatori della Croce Rossa di Ancona. l’anconetano aveva una ferita al sopracciglio sinistro e per ogni precauzione è stato accompagnato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Torrette. Versione completamente opposta la sua, che ha detto agli agenti di essere stato aggredito da 3 tunisini all’interno del kebab e di aver preso poi una testata da uno di loro. 

Sta ora alla Polizia indagare per capire che cosa sia successo, anche se al momento non sono arrivate denunce da nessuna delle parti in causa. Neppure dal commerciante tunisino che, ripensando ad un’aggressione avvenuta nel suo locale già pochi mesi fa, sconfortato ha detto: «Mi sa che tra un po’ me ne vado via da qui».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento