Il mondo si dà appuntamento a Fabriano: arriva il meeting delle città creative Unesco

Cinque giorni di confronto tra diverse delegazioni del mondo su diverse categorie, dal cinema all'artigianato. Per l'occasione sarà esposta la Madonna di Benois di Leonardo

Luca Ceriscioli e Francesca Merloni

Fabriano sarà il centro del mondo per cinque giorni, e non è un modo di dire. Dal 10 al 15 giugno ospiterà delegazioni di 180 città di tutto il mondo in occasione del tredicesimo “Network delle città creative Unesco”. Ci saranno anche degli ospiti eccellenti tra cui Paolo Fresu, Nicola Piovani, Neri Marcorè e perfino Leonardo Da Vinci. Dal 1 al 30 giugno infatti la Pinacoteca comunale di Fabriano esporrà la Madonna Benois, dipinto del genio toscano risalente alla seconda metà del 1400 e in prestito dalla collezione Ermitage di San Pietroburgo: «E’ l’unico suo dipinto di attribuzione certa che arriva in Italia nell’anno leonardiano» ha detto la promotrice dell’evento e ambasciatrice Unesco Francesca Merloni. La kermesse è stata presentata lunedì a Palazzo Raffaello: «Sarà un concentrato di creatività e rapporti con il mondo e non vogliamo sprecare questa opportunità per una Regione che ha saputo riconquistare un collegamento con tutto il mondo» ha detto il presidente della Regione Luca Ceriscioli. 

Delle 180 città, ben 80 saranno rappresentate dai rispettivi sindaci o vicesindaci. Arriveranno quindi i primi cittadini di Helsinki, Montral, Instanbul, Praga, Pechino e tante altre metropoli del mondo. L’evento annuale, per la prima volta nelle Marche, servirà da confronto tra le città Unesco sulle sfide contemporanee in tema di cinema, gastronomia, letteratura, musica, arte e artigianato. Ogni tematica sarà rappresentata dal rispettivo padiglione allestito tra le vie della città. Fabriano sarà il centro nevralgico di una rete che coinvolgerà diverse città della regione: Ancona, Macerata, Fermo, Pesaro, Recanati, Ascoli e Senigallia. L’11 giugno ognuna di queste città sarà visitata da una delegazione che incontrerà gli imprenditori locali per confrontarsi su un settore specifico. Ancona ad esempio, rappresentata in conferenza stampa dall’assessore alla cultura Paolo Marasca, quel giorno sarà la città del cinema. Senigallia, rappresentata dal sindaco Maurizio Mangialardi anche in qualità di presidente Anci Marche, sarà quella della gastronomia. 

Il cartellone di eventi si aprirà alle 14 del 10 giugno con l’apertura dell’archivio storico e deposito beni storici cartai della Fondazione Fedrigoni, inserito nel complesso delle Cartiere Miliani. Alle 21 via alla rievocazione medioevale del Palio di San Giovanni Battista. Tra gli altri appuntamenti da segnare in agenda c’è il Forum dei sindaci del mondo, moderato e coordinato dal giornalista e saggista Beppe Severgnini al Teatro Gentile (12 giugno ore 11,45): «Li metteremo seduti vicini e li faremo dialogare, forse la pace nel mondo comincia proprio da qui» ha aggiunto la Merloni. Sempre il 12 giugno alle 21,30 ci sarà il concerto di Paolo Fresu in piazza del Comune. Nicola Piovani si esibirà nello stesso luogo, ma giovedì 13 giugno. «Sentiamo le gambe che tremano- ha detto il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli- ma vogliamo far vedere che Fabriano non è solo la città dell’artigianato e delle tradizioni popolari ma sa aprirsi a tutte le categorie del network». 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida l'Espresso 2020, due ristoranti anconetani tra i 10 migliori d'Italia: la classifica

  • Schianto nella notte, scooter travolto da una Harley Davidson: muore a 17 anni

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Addio Elia, morto a 17 anni in sella al suo scooter: una comunità intera sotto choc

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

  • Colto da un infarto in auto, choc nel parcheggio del centro commerciale

Torna su
AnconaToday è in caricamento