Pulizia del condizionatore: perché è importante e come farla in sicurezza

Freddo e pioggia stanno per abbandonare anche la nostra città e in molte case si sta per riattivare il condizinatore. Prima di farlo è importante pulirlo a fondo

foto di repertorio

La pioggia e il freddo se ne stanno andando, presto le tende non basteranno a dare refrigerio dal calore solare e presto in casa si utilizzeranno i condizionatori che sono rimasti fermi per 8 o 9 mesi. La riattivazione dopo così tanto tempo impone un controllo e soprattutto una pulizia del condizionatore stesso. E’ consigliabile pulire l’apparecchio almeno due volte l’anno: a primavera prima dell’accensione e in autunno quando è prossimo allo spegnimento. 

Arriva il caldo: tutte le agevolazioni fiscali per chi installa il condizionatore
Arriva il caldo: tutte le agevolazioni fiscali per chi installa il condizionatore

 

Perché pulire il condizionatore

Per otto mesi il nostro condizionatore ha accumulato la polvere e le conseguenze sull'attivazione di un impianto in quelle condizioni sono facilmente immaginabili. I primi getti d'aria spareranno letteralmente polvere e batteri pericolosi per chi li respira. Chi soffre di allergie, ma anche bambini e anziani, sono i soggetti più a rischio di problemi respiratori di entità variabile.rebbe interessarti: http://www.anconatoday.it/casa/ristrutturazione/condizionatori-bonus-agevolazioni-fiscali.html

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/AnconaToday/269258656438884Come pulire il condizionatore

La prima cosa da fare è staccare la presa dell'alimentazione elettrica, per non rischiare spiacevoli incidenti durante le fasi di pulizia. Una volta messo in sicurezza il condizionatore, non ci resta che iniziare. 

Tolto il coperchio esterno dell'apparecchio, dobbiamo rimuovere la polvere. Il metodo più veloce ed efficace è quello di utilizzare l'aspirapolvere. In pochi minuti il nostro condizionatore sarà libero dalla polvere che si è accumulata nel corso dei mesi. Per esseri sicuri e avere una pulizia approfondita, non dovete far altro che munirvi di un panno in microfibra, di uno sgrassatore per rimuovere lo sporco e l'unto e un buon germicida e passarli nella parte interna del condizionatore. Se non amate i prodotti chimici, potete utilizzare prodotti naturali come l'aceto ottimo contro il grasso, o il Tea Tree Oil una soluzione naturale che disinfetta, deodora e rispetta l'ambiente. Basta diluirne poche gocce in acqua e aceto e avrete il vostro detergente naturale.

Come pulire il filtro

Pulito l'interno, non ci resta che dedicarci al filtro, la parte dell'apparecchio che raccoglie di più sporco e batteri.

Se il condizionatore è formato da carboni attivi, dobbiamo togliere quelli esauriti e lavare con acqua tiepida quelli ancora buoni.

Se l'apparecchio ha i filtri normali, li dobbiamo smontare facendo molta attenzione a non romperli. Dopo averli spolverati con un aspirapolvere o uno straccio, per rimuovere l'eccesso di polvere, dobbiamo lavarlo.

Immergete il filtro in acqua tiepida e sapone neutro, una volta tolto lo sporco superficiale, è bene disinfettarlo e sgrassarlo con appositi prodotti.
Per una scelta green i detergenti chimici possono essere sostituiti da acqua e aceto di vino o bicarbonato, entrambi ottimi sgrassatori e disinfettanti. 
A lavaggio ultimato non dovete far altro che farlo asciugare all'aria aperta lontano dal sole prima di rimetterlo al suo posto.

Come pulire le bocchette 

Per un lavoro accurato dobbiamo perdere un po' di tempo per le bocchette di emissione e la parte esterna. Con panno e prodotti indicati dobbiamo pulire le prime. Una volta asciutte e brillanti possiamo inserire il filtro con delicatezza per non farlo rompere. 

Per quanto riguarda la parte esterna, anche in questo caso prima di iniziare dobbiamo staccare la presa della corrente. Una volta fatto questo dobbiamo passare l'aspirapolvere per rimuovere polline, polvere e smog, a questo punto con un panno umido imbevuto di detergenti chimici o naturali puliamo e sanifichiamo il condizionatore. Terminata la pulizia, possiamo accenderlo e provare se tutto funziona alla perfezione e se l'aria esce in modo omogeneo. 

Condizionatori ad Ancona

Non avete un condizionatore e pensate di acquistarlo? Ecco alcuni indirizzi utili ad Ancona:

Tecnocaldo, via Scandali 33 

Clima Service, via Brecce Bianche 126 – Tel. 393 278 6126

Panzini Assistenza Caldaie, via Achille Grandi 44/B – Tel. 071 202038

Bartoli Impianti, Via Luigi Bartolini 17 – Tel. 071 34905

Ferraioli, via Pezzotti 9 – Tel. 071 286 7356

Formit, via I Maggio 16 – Tel. 071 290 0916

Calor Service, via Caduti del lavoro 6 – Tel. 071 85648

Ime Service, via I Maggio 32 – Tel. 071 290 8281

Cecconi, via Carlo Antognini 5 – Tel. 071 286 8637

Paolini e Balzani, via I Maggio 26 – Tel. 071 286 1553

GS Termica, via Caduti del lavoro 28 – Tel. 071 281 4532

Accorroni, via Brecce Bianche 148 – Tel. 071 804241

Bioedil Vuesse, via Achille Grandi 52 – Tel. 071 286 1464

Climatel, via I Maggio 16 – Tel. 071 804 6261

Gest Clima, via Goito 5 – Tel. 071 56369

Tecnotermica, via Bruno Buozzi 42 – Tel. 071 286 6638

Mauro Mancinelli, via Cingoli 6 – Tel. 071 283 2047

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

I più letti della settimana

  • Forno a microonde, i vantaggi e rischi per la salute: tutto quello che devi sapere

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

  • Sabbia in casa dopo la spiaggia, come rimediare all'invasione dei granelli

Torna su
AnconaToday è in caricamento