Traslocare ad Ancona: quanto costa e come funziona

Un nuovo lavoro, una ristrutturazione o motivazioni familiari sono alla base del trasloco. Ecco una guida per ridurre lo stress e un elenco alle ditte specializzate

Quando è tempo di traslocare, o in anconetano “scasare”, il tempo non basta mai e se c’è qualcosa che non può essere chiuso negli scatoloni è lo stress. Tutto questo perché oltre a cambiare casa, ci si torva ad affrontare spesso un cambiamento di vita: lavoro, famiglia, ristrutturazione temporanea etc. Il fai da te può essere una soluzione, ma fino a un certo punto. Per trasportare mobili ingombranti o magari di valore, è consigliabile affidarsi a una ditta specializzata che si occuperà anche dell’imballaggio. In città molte ditte offrono sopralluoghi e preventivi gratuiti, ma il prezzo del servizio non può che variare in base al luogo di carico e quello di scarico oltre che al materiale da trasportare e ai chilometri. 

Come arredare casa spendendo poco

Tipologie di trasporto

Traslocare vuol anche dire cambiare città, regione e in alcuni casi anche nazione. Vediamo come organizzare ogni fase a seconda della tipologia.

•    Trasloco locale: è quello più semplice e veloce. Spostandosi all’interno della città, o poco fuori, il tragitto è relativamente breve. Nel giro di uno, massimo due giorni, la ditta è in grado di completare il trasloco e di permettervi di prendere possesso del nuovo appartamento. Se volete ridurre i costi e investire il budget nel servizio di montaggio e smontaggio mobili, ed essere sicuri che gli oggetti preziosi arrivino integri, potete decidere di portare personalmente alcuni scatoloni in auto.

•    Trasloco nazionale: non è semplice come il precedente, ma affidandosi ad una ditta professionale sarà più facile. Lo spostamento avviene spesso via terra, tranne i casi in cui ci si trasferisce nelle isole, quindi riuscire a far entrare tutto in un furgone è molto importante. Con questa tipologia di trasloco, oltre al costo della manodopera, si deve considerare anche quello dello spostamento sui mezzi. Per abbassare i prezzi le ditte, sempre più spesso, offrono il servizio groupage. In questo caso si divido le spese di manodopera e il furgone con altre persone che devono trasferirsi in zone limitrofe.

•    Trasporto internazionale: è il più articolato e costoso. A differenza degli altri due ha bisogno di una pianificazione nei minimi dettagli, e tempi più lunghi. Se non vogliamo occuparci della burocrazia è bene affidarci a ditte che conoscono i permessi necessari. Se ci muoviamo all’interno della Comunità Europea, i documenti da richiedere sono diversi, ma di facile reperibilità. Fuori dal contesto CE, la documentazione doganale deve essere dettagliata, per evitare costi aggiuntivi in caso di errori. Inoltre, bisogna noleggiare parte di un container in caso di trasporto via mare.

Come organizzare il trasloco

Per rendere il trasloco un’esperienza facile e veloce, basta organizzarsi curando i minimi dettagli. Alla fase dell’organizzazione bisogna dedicare il giusto tempo, quindi è bene iniziare con largo anticipo, selezionando ciò che si vuole conservare e quello che non ci serve più. In questo caso possiamo decidere di vendere gli oggetti di cui non abbiamo più bisogno online o nei mercatini o regalarli. Prima di dedicarci alla fase dell’imballaggio, dobbiamo dividere gli oggetti per categoria e stanza. Una volta suddivisi non ci resta che avvolgerli nella carta specifica e inserirli negli scatoloni su cui scriveremo il contenuto e la stanza di destinazione. Che sia un trasloco nazionale o locale, è bene preparare delle valigie in cui mettere gli oggetti più importanti, quelli che ci serviranno i primi giorni. Anche se il trasloco avviene in pochi giorni, difficilmente riusciremo a liberare gli scatoloni e a sistemare casa subito.

Costi 

I costi di un trasloco possono variare. Di solito i prezzi per il trasporto su ruota sono di circa 1€ a km, a cui deve essere aggiunta la quantità di mobili e, se richiesto, il servizio imballaggio. Quindi i prezzi vanno da un minimo di 200 per quello locale ad un massimo di 1800 euro per quello internazionale. 

Le ditte di traslochi ad Ancona e dintorni

Ad Ancona le ditte che si occupano di traslochi sono diverse, molte concentrate nella zona della Baraccola. Ne citiamo alcune: 

Fratelli Lucesole, via I maggio 60 – Tel. 800 018 067

Nuovo Gruppo Facchini Ancona, via Achille Grandi 46 – Tel. 071 85353

Dorica Traslochi, via Achille Grandi 41 – Tel. 071 804 7334

Dino Piersanti Traslochi, via della Tecnica 8 - Tel. 071 85200

Cooperativa Servizi Pavoni, piazza Salvo D’Acquisto 29 - Tel. 071 290 0707

Fercam, via Caduto del Lavoro 5 – Tel. 071 590 4600

Gatto Traslochi, via Monsignor Romero 38 (Osimo) - Tel. 071 710 8157

Visciano Trasporti, via Barca 28 (Loreto) Tel. 071 970167
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macchie e aloni sul piano cottura, dal dentifricio al limone: cinque rimedi che non conoscevi

  • Pulire casa al rientro dalle vacanze: i nostri consigli stanza per stanza

  • L' appartamento a misura di studente: più spazio con i mobili giusti

Torna su
AnconaToday è in caricamento