Casa a prova di furto: cosa fare

Dall'antifurto alle luci esterne con sensori. Come rendere casa inespugnabile

Tante le preoccupazioni quando ci si allontana dalla propria abitazione per un periodo di tempo più o meno lungo. La regina delle paure è che la casa possa essere svaligiata dai ladri. Un timore questo che spinge a rendere la casa “inespugnabile” e a prova di furto. Quali sono gli accorgimenti che si possono utilizzare per andare in vacanza o al lavoro spensierati?

L'antifurto

L’antifurto è uno dei più diffusi sistemi elettronici antintrusione, presente sul mercato in diverse tipologie. E’ possibile acquistare sia gli antifurti dotati di sensori collegati via fili e quindi cablati, sia gli antifurti che invece hanno un funzionamento legato alla trasmissione wireless. Decisione opportuna sarebbe collegare l’antifurto a una centrale operativa delle forze dell’ordine, oltre che al proprio numero di cellulare e quello di un parente o vicino di casa che in emergenza potrebbe intervenire in maniera tempestiva.

Come blindare casa

“Blindare la casa” è un altro passo importante da compiere per evitare che un Arsenio Lupin qualunque possa introdursi nell’appartamento e portare via soldi e gioielli. Quindi rendere invalicabili le aperture come porte e finestre. Installare una porta blindata, infatti, significa dare del filo da torcere a eventuali ladri poiché anche scardinarla non è semplice. Le porte blindate sono dotate di battente, telaio e controtelaio in acciaio e incastonate in mura spesse così da essere sicure e radicate. E’ preferibile blindare anche gli infissi qualora si abiti a piani bassi o in case isolate. Come si può fare? E’ sufficiente installare vetri antisfondamento e maniglie con chiusure antieffrazione.

Luci esterne con sensori

Luci esterne con sensore di movimento. Questa opzione è indicata soprattutto per le abitazioni, ville e dependence, che si trovano lontano dal centro abitato. Conviene, quindi, in questi casi collocare dei sensori lungo tutto il percorso che conduce all’abitazione così che si accendano le luci al minimo movimento: l’accensione improvvisa della luce dovrebbe destabilizzare il ladro e farlo desistere dai suoi intenti.
Un altro deterrente per tenere lontano da casa malintenzionati è l’affissione di cartelli che indicano la videosorveglianza anche laddove non fosse presente.

La cassaforte

Tuttavia uno dei metodi più infallibili per preservare soldi e gioielli resta anche il più antico: la cassaforte. Di questo oggetto se ne hanno tracce già nell’antico Egitto quando le cassaforti erano delle enormi stanze che contenevano i tesori dei faraoni. Va da sé che nel corso della storia il design e le funzionalità della cassaforte si siano perfezionate sempre di più fino a diventare dei veri e proprio “bunker” a prova anche di fiamma ossidrica.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • In salotto ci metto un veliero: la passione per il modellismo ad Ancona

  • Le finestre giuste giovano a salute e portafogli: bonus fiscali sulla ristrutturazione degli infissi

  • Se la dispensa diventa un nido di insetti: come salvare il cibo (quando si può)

  • Costumi in soffitta e giacche nell'armadio, è ora del cambio di stagione: come farlo senza stress

Torna su
AnconaToday è in caricamento