Installare una piscina nel proprio giardino, tutto quello che c'è da sapere

Sono sempre di più le persone che scelgono di installare nel proprio giardino una piscina, spesso ci si chiede quale sia l'iter e il costo. Ecco una guida utile

Estate, tempo di sole, mare e di piscina. Si può andare in un parco acquatico o nei vari impianti dove è possibile pagare per nuotare o passare una giornata al fresco lontano dalla sabbia. C’è chi però le piscine se le fa in giardino, nel vero senso dell’espressione, e questo è innegabilmente un po' il sogno di tutti. Ma quanto costa? E soprattutto, qual è la procedura da seguire per essere in regola con i permessi di costruzione? Questo è tutto quello che c’è da sapere per installare una piscina privata in una civile abitazione, sulla base delle indicazioni fornite da Francesco Capoccia, ex presidente di Assopiscine. 

Arredare il giardino, idee e mobili per tutte le tasche

5 mosse per tenere pulite le tende da sole

Piscina interrata o fuori terra

Esistono due tipi di piscine, quella interrata e quella fuori terra. Il permesso di costruzione da richiedere al Comune è necessario esclusivamente per le piscine interrate. Non servono autorizzazioni per installare una piscina fuori terra, purché non vi siano movimenti di terra e/o opere murarie.

Il sopralluogo tecnico

Se si sceglie di procedere con una piscina interrata, per prima cosa bisogna contattare un tecnico specializzato che si occuperà di valutare la fattibilità del lavoro. Non è un optional: la figura è quella di un ingegnere, architetto o geometra che dovrà certificare al Comune l’assenza di eventuali limitazioni alla costruzione. Sarà lui dunque a valutare sul posto se esistono vincoli ambientali, paesaggistici o architettonici. Le aziende che si occupano di installazioni di piscine, solitamente, possono consigliare professionisti di provata esperienza nel settore. Il compenso viene pattuito tra il cliente e il tecnico, solitamente si aggira sul migliaio di euro.

Il permesso a costruire 

Questa fase è facilitata proprio dall’intervento del tecnico. Sarà lui infatti a consegnare all’ufficio comunale tutte le relazioni e le pratiche necessarie. In alcuni casi è possibile che il Comune chieda in allegato relazioni supplementari che possono riguardare, ad esempio, le modalità previste per il l'uso e il deflusso dell’acqua. Il Comune è tenuto a comunicare una risposta affermativa o negativa entro 30 giorni. 

Piscina in muratura o prefabbricata

Una piscina può essere realizzata sia in muratura che con parti prefabbricate. Nel primo caso però, sarà compito del tecnico effettuare un calcolo delle opere previste e depositare la relazione presso il Genio Civile. Non è solo un discorso di cubatura, ma anche di staticità e quindi di sicurezza visto che le Marche si trovano in zona sismica. 

La costruzione e i costi

Con l’ok del Comune si può procedere alla costruzione. Tra le scelte che si prospettano al cliente c’è quella di una piscina con sfioro di superfice (l'acqua si trova 6-8 centimetri al di sotto del pavimento) o con acqua trasbordante, un lavoro di muratura o con parti prefabbricate. In quanto a dimensioni, le piscine per uso familiare partono da 3x6mt per arrivare a 7x14mt. L’altezza media dell’acqua, per ragioni di sicurezza, deve essere di 1,40mt e nel punto di massima profondità è consigliabile non superare 1,60mt. I costi sono estremamente variabili: una piscina fuori terra professionale si può trovare online anche poche migliaia di euro. Le piscine interrate più complesse, realizzate dai professionisti del settore e in piena conformità di legge (abilitati dalla legge  37/08) possono arrivare a costare tra gli 8 e i 50 mila ed oltre euro con esclusione delle opere murarie. Una piscina che non supera gli 80mq non cambia la rendita catastale dell’abitazione. 

A chi rivolgersi? 

Gramaglia Srl, via Ancona snc – San Biagio di Osimo, tel. 071 710 8700

Pal.Bo. Piscine, via Achille Grandi 45 – Tel. 071 286 1014 – cell. 330 881168

Marche Piscine, via XXIV Maggio 2 (Jesi) – Tel. 39 0731 080805


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Se la dispensa diventa un nido di insetti: come salvare il cibo (quando si può)

  • In salotto ci metto un veliero: la passione per il modellismo ad Ancona

  • Costumi in soffitta e giacche nell'armadio, è ora del cambio di stagione: come farlo senza stress

Torna su
AnconaToday è in caricamento