Fai spesa e ricevi un Minion, il ricavato è per i bimbi del Salesi: finanziati due progetti

Il progetto ha coinvolto punti vendita e supermercati. L'incasso è stato consegnato alle Patronesse del Salesi

La consegna dell'importo alle Patronesse

ANCONA - Una nuova iniziativa di solidarietà per l’Ospedale Salesi, attraverso Le Patronesse, l’associazione di volontariato che opera da 120 anni all’interno della struttura pediatrica anconetana. Il Gruppo Gabrielli ha ufficialmente consegnato l’importo di 35.000 euro, frutto di una campagna promossa all’interno di 21 punti vendita Oasi e 110 Supermercati Tigre di 5 regioni italiane (Marche, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise) fra i clienti dei suddetti punti vendita. "Più buoni che mai” è il titolo del progetto che ,hanno spiegato per la Gabrielli Paola Spurio e Valeria Conti, consisteva nel fatto che i clienti possessori di Carta Unika, a fronte di uno scontrino di 20 euro complessivi, potessero ricevere, aggiungendo solo un euro, un simpatico cuscino dei “Minions”.

«Il ricavato- ha spiegato Stefania Giacchè, presidente delle Patronesse- sarà utilizzato per due progetti già messi in campo dall’Associazione». Il primo, “progetto Day Surgery”, è utile per alleviare, per quanto possibile, con giochi e divertimenti, le paure e l’ansia dei piccoli pazienti alle prese con le fasi preparatorie degli interventi chirurgici: Il secondo, “progetto Scodinzoliamo in corsia”, garantisce ai bambini l’opportunità di incontrare dolcissimi cani, guidati da esperti educatori dell’Associazione ZampaBianca (rappresentata da Jessica Giovagnoli) che si intrattengono e giocano con loro. «Nella nostra ultracentenaria attività- ha ricordato la presidente Giacchè- ci attiviamo per ridurre paure, ansie, traumi legati all’ospedalizzazione, creando momenti di gioco, distrazione, serenità grazie anche ad una sala giochi attrezzata e varie attività. Stiamo già pensando- ha concluso- di destinare parte di questa munifica donazione della Gabrielli, che ringraziamo sentitamente, ad altre iniziative oltre ai due progetti enunciati. Magari anche l’acquisto di strumenti scientifici» Il dott. Ascanio Martino, direttore del Dipartimento e del Reparto di Chirurgia, ha ricordato come il pre  ricovero rappresenti un momento fondamentale per l’approccio del bambino con l’ospedale, oltre a quanto sia importante distrarre e preparare i bambini  in modo tale che il ricovero sia il meno traumatizzante possibile. Barbara Gabrielli, vice presidente dell’omonimo gruppo, ha spiegato che: «i bambini sono il nostro futuro. Avere la possibilità di affiancare chi, a vario titolo, si occupa di raggiungere il loro benessere è per la nostra realtà una grande opportunità. Siamo con chi, come le Patronesse, ogni giorno mette a disposizione tempo, passione ed impegno in favore dei più piccoli».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceriscioli sta per blindare le Marche. Conte telefona: «Fermi tutti»

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • I carabinieri: «Apra il cofano», lui: «C'è solo un po' di fumo». Arrestato con 5 kg di droga

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

Torna su
AnconaToday è in caricamento