Massimo Cardinali saluta Torrette, il dirigente di Radioterapia lascia l’incarico

Il dirigente ha salutato tutti durante la presentazione dei nuovi macchinari in dotazione al reparto

Massimo Cardinali tra Luca Ceriscioli e Michele Caporossi

Saluta tutti dopo quarant’anni di attività. Massimo Cardinali va in pensione e ha lasciato il posto da dirigente di Radioterapia di Torrette proprio nel giorno in cui l’azienda ha presentato i nuovi pezzi forte del reparto. Proprio davanti ai due nuovi acceleratori lineari, Cardinali ha trattenuto a stento l’emozione: «E’ il mio ultimo giorno di lavoro dopo 40 anni di attività, lascio un reparto nelle migliori condizioni per affrontare le sfide e le necessità dell’oncologia radioterapica» ha detto Cardinali. «Mi sembra giusto lasciare spazio ai giovani – ha aggiunto il dirigente uscente- abbiamo rimpinguato non solo le macchina ma anche l’organico con forze nuove e speriamo che vengano ben applicate». 

Arriva il top di gamma per le cure oncologiche: Ancona come Milano e Roma

66 anni il prossimo novembre e una carriera iniziata nel 1978 tra le corsie del centro oncologico Francesco Angelini prima come volontario poi come medico specializzando. Nel 1986 Cardinali ha prestato servizio come assistente medico nell’azienda ospedaliera Umberto I per poi diventare aiuto medico. Nel 2004 ha assunto la dirigenza della Struttura Complessa di Radioterapia che ha lasciato, appunto, il 14 maggio del 2019.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si annoda una corda al collo e si lascia andare: vigile del fuoco trovato morto in casa

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, l'autopsia: Maycons ucciso da una emorragia

  • Investita sulle strisce pedonali nella strada maledetta: grave una donna di 53 anni

  • Morto dopo un'operazione alla tiroide, ci sono 10 indagati tra medici e infermieri

  • Agguato sotto casa, accerchiato e aggredito da due uomini: uno era incappucciato

  • E' morto Renzo Castellani: era il compagno della consigliera 5 Stelle Romina Pergolesi

Torna su
AnconaToday è in caricamento