Gli chef stellati contro i tumori, Moreno Cedroni: «Abbuffatevi di verdure»

A ribadire l'importanza dell'alimentazione in ambito oncologico arrivano gli chef pluristellati marchigiani: Moreno Cedroni e Mauro Uliassi

Moreno Cedroni

Può essere l’alleata più preziosa nella lotta ai tumori, ma anche il peggior nemico del paziente. A ribadire l’importanza dell'alimentazione in ambito oncologico arrivano gli chef pluristellati marchigiani. Moreno Cedroni e Mauro Uliassi, entrambi premiati con due stelle Michelin, presteranno voce, volto e fornelli al progetto “Le Stelle per l’Oncologia”. L’iniziativa del Direttore del reparto Oncologico di Torrette, Rossana Berardi, prevede una serie di appuntamenti formativi e informativi. Si comincia il 23 marzo all’Auditorium Totti di Torrette dove, tra ricercatori e dottori, sarà proprio Cedroni a raccontare l’importanza della cucina. Un’importanza offuscata da quello che lo stesso Cedroni, stamane durante la presentazione del progetto, ha definito un “momento nero”: «Viviamo un paese felice dove diamo per certo che si mangia bene – ha spiegato lo chef senigalliese- Negli ultimi anni però abbiamo sempre meno tempo per cucinare e spesso mangiamo delle porcherie». Una cucina amica della salute prevede «la riduzione della carne e l’assunzione di tantissimo pesce. Poi, abbuffatevi di verdure - consiglia Cedroni - soprattutto cavolfiori e verze». Indicazioni che Fabrizio Volpini, presidente della Commissione Sanità in Regione, ha ribadito nel principio “zero, cinque, trenta”: «Zero fumo, cinque porzioni quotidiane tra frutta e verdura e trenta minuti al giorno di attività aerobica».

«L’alimentazione è fondamentale nel percorso di cura del paziente per prevenire le recidive e il rischio di tumore in coloro che non l’hanno sviluppato» spiega Rossana Berardi. Cibi buoni e cibi cattivi? «Dovremmo rispolverare la piramide alimentare studiata alle elementari dove alla base ci sono l’acqua, la verdura e i cereali- prosegue la Berardi- dovremmo invece limitare l’uso di carni processate, di carni rosse e cotture ad alto indice termico». All’appuntamento del 23 marzo seguirà quello dell’8 maggio, sempre all’auditorium Totti e stavolta aperto al pubblico. Sarà Mauro Uliassi a richiamare l’attenzione con un cooking show.

«La motivazione, affiancata alle cure tradizionali, può essere decisiva per il buon esito delle terapie - ha spiegato il Dg dell’Azienda Ospedali Riuniti, Michele Caporossi - abbiamo deciso di alimentarla portando al centro dei pazienti gli affetti, la musica e i sorrisi. Accanto a questo- conclude il direttore- c’è la necessità di promuovere politiche di prevenzione strettamente legate a un corretto modus vivendi e al mangiare sano». Prevista una cena di beneficenza a maggio, data da ufficializzare, dove gli studenti dell'Istituto alberghiero Panzini di Senigallia cucineranno insieme ai due famosi chef.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento