Porto, Morandi premiato per la logistica e l'innovazione nei trasporti

Il gruppo ha inaugurato un nuovo polo logistico di 13mila metri quadrati all’interno del porto di Ancona: intermodalità e logistica portuale sono la chiave di sviluppo per lo scalo

È stato consegnato ieri mattina ad Andrea e Chiara Morandi Il Logistico dell’Anno 2018, il prestigioso riconoscimento che Assologistica conferisce ogni anno agli imprenditori e alle aziende in prima linea per l’innovazione del settore trasporti. L’assegnazione del premio conferma la centralità per il porto di Ancona del grande progetto di sviluppo intermodale e logistico avviato dal Gruppo Morandi all’inizio del 2018, con l’obiettivo di ridurre la presenza di camion su strada. Adriatic Services Enterprise, azienda controllata del Gruppo Morandi, ha inaugurato nel mese di gennaio un nuovo polo logistico di 13mila metri quadrati all’interno del porto di Ancona, nelle immediate vicinanze dell’ingresso del terminal container, che ha consentito di accorciare la catena logistica, evitando alle aziende passaggi e costi aggiuntivi ma soprattutto limitando sensibilmente il percorso dei camion – si stima di ben 200.000 km in meno di un anno - e di conseguenza le emissioni di CO2.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Gruppo si conferma così tra i player di riferimento dell’area adriatica, con una particolare attenzione ai progetti più innovativi in termini di sostenibilità ambientale. «Sono particolarmente orgoglioso di ritirare oggi questo prestigioso premio che Assologistica ha voluto conferirmi per un progetto che abbiamo avviato meno di un anno fa nel cuore del porto di Ancona – ha dichiarato Andrea Morandi – Vogliamo continuare su questa strada, perché crediamo che il futuro del nostro porto sia strettamente collegato allo sviluppo della logistica integrata: per questo motivo stiamo già pensando all’ampliamento dello spazio dedicato ai magazzini e abbiamo già richiesto all’Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale nuove concessioni all’interno del complesso ex Tubimar». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio alla baia, le fiamme divorano il ristorante Spiaggia Bonetti

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Terribile schianto in via Conca, tir perde il controllo e schiaccia un'auto

Torna su
AnconaToday è in caricamento