Eccellenze innovative, a Smau Bologna presenti 3 startup marchigiane

Grazie al sostegno di Regione Marche e alla Camera di Commercio delle Marche 28 startup innovative marchigiane potranno partecipare ai prossimi appuntamenti internazionali di Smau

Smau (foto di repertorio)

ANCONA - Saranno 28 in tutto le startup marchigiane che, grazie al sostegno di Regione Marche e di Camera di Commercio delle Marche, potranno partecipare ai prossimi eventi internazionali organizzati da Smau, la piattaforma di incontro e matching dedicata all’innovazione che prevede diverse iniziative in Italia e all’estero. Le prime a varcare i confini regionali saranno le 3 startup selezionate per partecipare a Smau Bologna | R2B, che si terrà al Padiglione 33 di Bologna Fiere il 6 e 7 giugno: Emoj, FoodFind, Sison. Le tre startup avranno la possibilità di presentarsi al pubblico di imprese emiliano-romagnole nell’ambito delle attività in programma nei due giorni e potranno incontrare i 5.000 visitatori attesi all’interno di un’area espositiva dedicata alle startup marchigiane ed essere coinvolti negli startup safari: tour guidati delle eccellenze innovative presenti in fiera.

Sono 5, invece, le startup che il 19, 20 e 21 giugno parteciperanno alla quinta edizione di Smau | Italy RestartsUp in Berlin powered by ICE and Smau: Focotto, Linky Innovation, 360°Storytelling, PlusAdvance, Tech4care. Obiettivo dell’evento è quello di creare un ponte tra l’ecosistema italiano dell’innovazione e quello tedesco per favorire la dinamica dell’Open Innovation come modalità di collaborazione internazionale tra startup e imprese. Le startup selezionate parteciperanno al ricevimento serale presso l’Ambasciata italiana a Berlino, alla presenza dei rappresentanti istituzionali delle Regioni coinvolte, delle startup selezionate da ciascuna Regione e degli investitori e corporate internazionali coinvolti nell’iniziativa. Il 20 giugno, presso ewerk, saranno coinvolte per tutta la giornata in incontri di matching e speed pitching per presentarsi al pubblico di investitori e corporate internazionali, interessati ad entrare in contatto con l’ecosistema italiano dell’innovazione. Il 21 giugno le startup parteciperanno al tour degli incubatori e acceleratori di Berlino: un’occasione per conoscere i luoghi dell’innovazione berlinesi, i programmi di accelerazione e le opportunità di collaborazione con le imprese tedesche che si affidano a queste realtà per fare provvista di innovazione.

A commento della partecipazione delle startup marchigiane a Smau, l’Assessora alle Attività Produttive della Regione Marche, Manuela Bora, ha affermato: “Una priorità fortemente perseguita dal governo regionale negli anni più recenti è stata quella di attivare strumenti volti a fornire un maggiore impulso allo sviluppo di nuove attività imprenditoriali ad alta intensità di conoscenza. Tre i punti principali sui quali la regione Marche ha deciso di puntare per far sì che lo sforzo profuso possa produrre risultati sempre più rilevanti. Primo, spostare il baricentro dalla nascita dell’idea imprenditoriale allo sviluppo e consolidamento sul mercato delle startup innovative: se oggi gran parte delle azioni si concentrano sullo stimolo alla nuova imprenditorialità, la nostra Regione ha dedicato oltre 9,5 milioni di euro alla realizzazione dei primi prototipi delle imprese ed alle attività di industrializzazione e commercializzazione di un nuovo prodotto e/o servizio. Secondo, stimolare la generazione di nuova occupazione qualificata, agendo sulla leva di un tasso di contribuzione rilevante, pari al  50%, elevabile al 70% nel caso di assunzione di almeno una unità di lavoro a tempo indeterminato; in tal modo, l’intervento attivato dalla Regione sta svolgendo un effetto leva significativo, facendo emergere sul mercato nuove imprese innovative e generando occupazione qualificata, per oltre 70 lavoratori a tempo indeterminato. Terzo, stimolare effetti di ricaduta sull’economia tradizionale incentivando le piccole e medie imprese ad aprirsi alla collaborazione con realtà consolidate sul mercato e con Università ed Organismi di ricerca, favorendo un processo di contaminazione reciproca. In questo percorso, ritengo quanto mai strategico supportare le nostre imprese innovative a partecipare ad eventi di portata internazionale come SMAU, dando loro la possibilità di incontrare partner industriali e commerciali, nonché investitori internazionali, in grado di imprimere ulteriore slancio ai progetti dei nostri giovani talenti”.

A queste parole seguono quelle di Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio delle Marche, il quale dichiara: "La Camera di Commercio è con SMAU e con la partita del digitale. C'è ancora molto da lavorare su questo fronte ma le premesse sono incoraggianti: sono infatti numerosi nelle Marche gli imprenditori che hanno già colto le opportunità offerte dalla digitalizzazione e dal Piano Impresa 4.0. Ad oggi le Marche risultano la quarta regione italiana per numero di start up innovative su totale delle nuove società di capitali: si tratta di 363 nuove realtà che incidono per il 3,81% sulla totalità delle imprese. La nostra regione inoltre supera la media nazionale anche per numero di imprese classificate come “campioni digitali”, ovvero capaci di buona digitalizzazione dei processi e ricorso a tecnologie 4.0.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 35 anni sotto gli occhi del fratello, tragedia nella baia: inutili i soccorsi

  • Precipita dal 5° piano della sua palazzina, gravissima una ragazza di 20 anni

  • Aggressione in piazza, donna tira varichina in faccia ad un passante: resta ustionato

  • Travolta mentre è in sella al suo scooter, grave una ragazza

  • Allarme formaldeide nelle classi, il sindaco ordina la chiusura del nuovo asilo

  • In sella alla moto si schianta contro un'auto, paura davanti alla scuola

Torna su
AnconaToday è in caricamento