“La strada è di tutti a partire dal più fragile”, missione nel Lazio per la fondazione Scarponi

Un convegno e un'iniziativa per sensibilizzare gli automobilisti e non solo sul tema della sicurezza stradale

Michele Scarponi

La Fondazione Michele Scarponi domenica sarà a Bolsena dove il Comune e l'ASD La Carrareccia hanno deciso di sistemare sotto i tre cartelli stradali indicanti il nome della città, posti ai tre ingressi, un altro cartello con su scritto il motto che la Fondazione sta portando in giro dalla sua nascita e cioè: “La strada è di tutti, a partire dal più fragile”. 

Per la circostanza ci sarà un convegno sulla sicurezza stradale coordinato dal noto giornalista sportivo Marco Pastonesi. L'impegno quotidiano della Fondazione, che ogni giorno lotta contro la violenza stradale a 360 gradi cercando in ogni modo di tutelare la vita di tutti sulla strada, partendo da chi si muove a piedi e in bicicletta, sta ottenendo i primi consensi. “Ovunque c'è molta attenzione intorno al tema della sicurezza stradale e di una nuova mobilità, dove le alternative all'uso dell'auto vengano in qualche modo promosse e tutelate. Ma questo cambiamento che è inevitabile deve avvenire senza il massacro quotidiano a cui assistiamo inermi” scrive la Fondazione in una nota stampa. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia fuori dalla galleria, pedone investito ed ucciso

  • Si fingono clienti, ma sono poliziotti: la squillo prende il cellulare e lo ingoia

  • Andava al circolo dagli amici, un furgone l'ha travolto: Gianni è morto così

  • L'auto sbanda e si ribalta, paura per madre e figlia: entrambe all'ospedale

  • Imprenditoria in lutto, un malore in bici gli è stato fatale: addio a Sandro Paradisi

  • Cocaina trovata dentro l'affettatrice, arrivano i sigilli: chiuso il bar della Baraccola

Torna su
AnconaToday è in caricamento