"Le donne dello shipping raccontano", il mare e il porto visto al femminile

Un incontro per discutere sul gender gap che esiste anche nella percezione del lavoro portuale

Foto di repertorio

«Anche lo shipping può rappresentare un’occasione di crescita per l’occupazione e la valorizzazione delle professionalità femminili. Ancona, da questo punto di vista, rappresenta un esempio con storie ed esperienze significative da illustrare e raccontare. Occorre tuttavia aprire nuovi spazi ed opportunità, questa il contributo di riflessione  che vorremmo portare con il convegno». Andrea Morandi, presidente di International Propeller club di Ancona, presenta “Le donne dello shipping raccontano”, appuntamento organizzato dallo stesso club dorico giovedì 5 dicembre, a partire dalle ore 17.30, nella sala Marconi dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Centrale. Una occasione, questa, anche per riflettere sul tema sempre più dibattuto del gender gap, con riferimento specifico all’economia del mare. «Se si associa il lavoro fisico all’attività nei porti il riferimento immediato sono le figure maschili, mentre, cambiando prospettiva e concentrandoci sugli ambiti gestionali, amministrativi e dirigenziali le possibilità per l’occupazione femminile ci sono e devono aumentare. Nella comunità anconetana possiamo vantare importanti esempi di donne di successo, che giovedì ci racconteranno la loro esperienza», spiega sempre Morandi.

L’appuntamento all’Autorità Portuale sarà l’occasione per aprire una nuova finestra sulle professioni del mare al femminile, con dati e numeri circa attività e compensi. Saranno presenti all’incontro Greta Tellarini, docente al Dipartimento Scienze Giuridiche dell’Università di Bologna e Direttore del Master in Diritto Marittimo, oltre che socia di WISTA Italy, Associazione nazionale che da 25 anni riunisce le professioniste dello shipping; la stessa Gloria Luccarini, già Segretaria Generale dell’Autorità Portuale di Ancona e professionista riconosciuta nel settore sia in ambito pubblico che privato; infine Simona Giovagnoni, Segretario di Ansep Unitam, l’associazione nazionale che raggruppa le aziende operanti nel settore dei servizi ecologici portuali e della Tutela dell’Ambiente Marino. International Propeller club di Ancona offre quindi una ulteriore occasione per tracciare una fotografia generale dell’occupazione femminile legata all’economia del mare e, contemporaneamente, per illustrare le esperienze d’eccellenza presenti nel capoluogo dorico. Che non mancano e che possono comunque crescere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto, il centauro lotta tra la vita e la morte: si indaga sulle cause

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Il supermercato Tuodì chiude dopo 18 mesi dall'apertura: «Troppa concorrenza»

  • Ragazza annegata a Marina Dorica, sigilli sulla discoteca che le aveva dato da bere

  • La colonia di gatti sta per essere distrutta, l'appello disperato: «In 80 rischiano di morire»

  • Schianto pauroso sulla Cameranense, tre i mezzi coinvolti: motociclista gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento