Sos per piccoli problemi domestici o solo compagnia: Casa delle Culture aiuta i bisognosi

I volontari estendono il servizio di portierato

Foto di repertorio

In collaborazione con il numero di Pronto Intervento Sociale 071 54488 attivato dal Comune in questi giorni di emergenza, Casa delle Culture ha esteso il suo servizio di Portierato di Quartiere. “Grazie alla disponibilità di tanti volontari individuati nelle varie zone della città, abbiamo creato una rete di sostegno vicina alle persone che per motivi di salute, per età, per assenza di familiari o per isolamento disposto dall’autorità sanitaria non possono recarsi a fare a spesa o a ritirare ricette e medicine – si legge in una nota- Coordinati dai nostri due Portieri, Giovanni e Diego, giovani, studenti, lavoratori attualmente fermi a seguito delle ordinanze, regalano un po’ del loro tempo alle persone più fragili per risolvere piccoli problemi quotidiani, un po’ di umanità e di vicinanza per passare insieme oltre questa crisi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ di questi giorni anche la firma di una convenzione tra Casa delle Culture e la Coop Alleanza 3.0 –continua la nota- grazie alla quale questo progetto solidale di consegna gratuita della spesa rivolto alle persone più vulnerabili è stato esteso anche a tutti i punti vendita COOP della nostra città, trovando una valida collaborazione. Ogni giorno vengono realizzati più di 25 interventi nei diversi quartieri che danno conforto a persone anziane, risolvendo problemi ai familiari che da lontano cercano di prendersi cura dei propri cari, o ancor più semplicemente dando il sostegno di una presenza e il senso di non essere soli. Un importante lavoro di organizzazione e un caldo gesto di solidarietà. Oltre al numero di Pronto Intervento Sociale si può contattare il numero di Casa Culture 373 7660799 dalle 9 alle 19, sia per presentarsi come volontario (cerchiamo soprattutto persone dei quartieri più periferici, Brecce Bianche, Montedago, Candia ) che per accedere alla rete di sostegno”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Storico macellaio e uomo generoso, Furio è morto di Covid: «Il tampone fatto troppo tardi»

  • FLASH - Statale 76 chiusa al traffico per controlli anti Coronavirus

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

Torna su
AnconaToday è in caricamento